fotovoltaico:serie-parallelo

Sia che si parli di moduli fotovoltaici che di batterie, i collegamenti elettrici possono essere di 2 tipi:

  1. in serie
  2. in parallelo

E' necessario scegliere quello giusto a seconda del tipo di impianto che si intende realizzare.


www.kit-fotovoltaici.it_wp-content_uploads_2018_01_collegamento-in-serie-iorisparmioenergia.jpgIl collegamento in serie di due moduli fotovoltaici o di due batterie uguali permette di ottenere in uscita il doppio della tensione nominale, mantenendo la stessa corrente.
Ad esempio nel caso di due batterie da 12V 200Ah collegate in serie, avremo in uscita una tensione totale di 24V (Volts) e una capacità invariata di 200Ah (Ampère l’ora). Negli impianti fotovoltaici, maggiore è la tensione continua per la carica delle batterie, e minori sono le perdite di energia lungo i cavi. Quindi per esempio, un impianto a 24V è migliore di uno a 12V.

V tot = V 1 + V 2 + V n
A tot = A n

www.kit-fotovoltaici.it_wp-content_uploads_2018_01_collegamento-in-parallelo-iorisparmioenergia.jpgIl collegamento in parallelo di due moduli fotovoltaici o due batterie uguali permette di ottenere in uscita il doppio della corrente, mantenendo la stessa tensione nominale.
Seguendo l’esempio precedente in cui ci sono due batterie da 12V 200Ah collegate in parallelo, avremo quindi in uscita una tensione di 12V (Volts) e una capacità totale di 400Ah (Ampère l’ora).

A tot = A 1 + A 2 + A n
V tot = V n

www.kit-fotovoltaici.it_wp-content_uploads_2018_01_collegamento-in-serie-parallelo-iorisparmioenergia.jpg Unendo il collegamento in parallelo col collegamento in serie avremo un raddoppio sia della tensione nominale, sia della capacità.
Seguendo questo esempio avremo due blocchi da 24V 200Ah uniti in parallelo, formando così in totale 24V 400Ah.

V tot = V 1 + V 2 + V n
A tot = A 1 + A 2 + A n

Durante il collegamento è importante prestare attenzione alle polarità e ad usare cavi di opportuna sezione e più corti possibili.
Minore è la lunghezza dei collegamenti, minore è la resistenza che verrà a formarsi nei cavi al passaggio della corrente e quindi minore sarà la perdita di energia negli stessi.